Antonio Ballista

 


Ha studiato al Conservatorio "G. Verdi" di Milano nella classe di Antonio Beltrami. È stato uno dei primi pianisti a spaziare nel repertorio pianistico senza alcuna esclusione, dimostrando una versatilità fuori dal comune. Insofferente all'accademismo, la sua molteplicità artistica si è espressa nel corso degli anni in tutti i campi della musica e delle formazioni: recital per pianoforte solo, duo pianistico, voce e pianoforte, musica da camera, pianoforte e orchestra, clavicembalista, continuista, direttore d'orchestra, attore, disorientando spesso la critica, che gli riconosce la sua grande abilità nel dominare l'eclettismo.

Il sodalizio col pianista Bruno Canino - compagno di corso nella stessa classe di Beltrami - col quale ha festeggiato nel 2004 i 50 anni di attività, è stato uno dei più fecondi della storia musicale italiana del secondo novecento. Pietro Rattalino ha scritto «oltre ai sentieri battuti, Canino e Ballista hanno percorso anche i sentieri dei rovi, rimanendo per cinquant'anni fedeli a uno stile di vita artistica fatto di serietà e di understatement, di impegno su tutto e di curiosità per tutto, di indipendenza della mente e di slancio del cuore». Per il duo hanno scritto compositori come Berio, Stockhausen, Ligeti, Bussotti, Donatoni, Castaldi e molti altri, rendendolo un punto di riferimento per le avanguardie nazionali e internazionali. Il duo è stato il primo in Italia a eseguire le trascrizioni per due pianoforti, anche d'autore (La sagra della primavera di Igor Stravinskij, la nona Sinfonia di Beethoven di Franz Liszt, ecc.) che sono rimaste nel repertorio dei loro concerti. Per la sua attenzione al repertorio vocale da camera, Antonio Ballista è uno dei più noti e apprezzati accompagnatori di cantanti in Italia. Ha accompagnato in recital memorabili Anna Caterina Antonacci, Monica Bacelli, Cathy Berberian, Phyllis Bryn- Julson, Luisa Castellani, Gloria Davy, Kim Kriswell, Sarah Leonard, Anna Moffo, Susanna Rigacci, Alide Maria Salvetta, Luciana Serra, Lucia Valentini Terrani ed attualmente lavora continuativamente con Gemma Bertagnolli, Alda Caiello e Laura Cherici. Col soprano Alide Maria Salvetta ha formato duo per molti anni, proponendo dei recital-spettacolo fuori dell'ordinario, visitando brani dimenticati e insoliti, ed essendo anche in questo caso punto di riferimento per compositori. Dopo la scomparsa di Alide Maria Salvetta, Antonio Ballista ha trovato nel tenore Massimo Crispi un versatile partner di "giochi musicali" e insieme formano il Duo Enfants Terribles, producendo programmi tematici eccentrici e spettacolari, con assemblaggi irriverenti e affettuosi dei repertori più disparati, in una sorta di meta-postmodernismo. Antonio Ballista è anche la spalla musicale di attori come Paolo Poli, da oltre trent'anni (Soirée Satie, Favole etc), e poi di Milena Vukotic e Toni Servillo. Una curiosità: è stato attore egli stesso in piccoli camei in film del compositore e regista Franco Battiato.

La sua attività di direttore d'orchestra segue parallela quella del pianista e anche in questo caso la scelta del repertorio mostrata da Ballista è eclettica, saltando dalle canzoni storiche del Novecento italiano alle colonne sonore dai film di Alfred Hitchcock, dal Pierrot Lunaire a Histoire du soldat, dalle sinfonie di Ludwig Van Beethoven a Ma mère l'oye di Ravel. Nella ricerca di un ensemble musicale che gli consentisse di proporre le musiche più degne di nota del Novecento storico, Ballista ha fondato il gruppo "900eOltre", formato da eccellenti solisti, con esecuzioni all'insegna della poesia e della fantasia.

Tra le sue interpretazioni discografiche più interessanti ed apprezzate, la produzione pianistica di Gioacchino Rossini (Un petit train de plaisir, Petit Caprice style Offenbach, Marche et réminiscences de mon dernier voyage, ecc.), i Ragtime di Scott Joplin, i Folk Songs di Berio.

 


Antonio Ballista plays:

♦ L. van Beethoven:

   L’amante impaziente

♦ C. Debussy:

   Dans le jardin

♦ G. Donizetti:

   Le crépuscule

♦ G. Fauré:

   Les roses d’Ispahan

♦ R. Hahn:

   A Chloris

   Offrande

♦ F. Mendelssohn:

   Der Blumenkranz

♦ O. Respighi:

   Musica in horto

♦ F. Schubert:

   Der Winterabend

   Seligkeit

♦ F. P. Tosti:

   Che dici, o parola del Saggio

   In van preghi, in vano aneli

   Lasciami! Lascia ch’io respiri, lascia

♦ H. Wolf:

   Der Gärtner
 

 

 

 

Powered by Bullraider.com
Joomla templates by a4joomla